Ischia

Vesuvio
8 giugno 2017
Paestum
8 giugno 2017

Hai intenzione di visitare Ischia? Ecco qualche consiglio utile.

La prima cosa da fare appena sbarcati in uno dei 3 porti dell’isola (Forio, Casamicciola Terme, Ischia Porto) è acquistare – sempre che non si è già provveduto – il biglietto per il ritorno. Il consiglio è particolarmente indicato se si viene in alta stagione, nelle festività natalizie o comunque in un qualsiasi fine settimana da Pasqua a Ottobre. Programmare il ritorno deve essere quanto meno una priorità, così ci si gode i giorni di permanenza scacciando da subito l’ansia da rientro.

Ischia è grande, per cui l’ideale sarebbe noleggiare uno scooter (tanto più se si è in coppia), per girarla tutta a dovere. In alternativa ci si muove agevolmente anche con i pullman o con l’auto, ma è bene sapere che i servizi pubblici, soprattutto nei mesi estivi, sono super affollati e che per le macchine, quattro mesi l’anno, vigono importanti restrizioni di sbarco e circolazione (per i soli residenti in Campania).

Il comune di Ischia è il primo posto da vedere. Dal Porto, proseguendo per la Riva Destra, fin su Via Roma e il Corso Vittoria Colonna si arriva al caratteristico borgo di Ischia Ponte. La passeggiata è particolarmente piacevole per l’alternanza di ambienti e situazioni proposte. La Riva Destra, o “rive droite” è una stradina, frequentatissima soprattutto d’estate, con tantissimi ristoranti, pub ed american bar, mentre per Via Roma e Corso Vittoria Colonna, vale senz’altro la definizione di “centro commerciale naturale”. Un unico ambiente integrato armonicamente con negozi di alta moda, prêt-à-porter, bar, ristoranti, taverne, discoteche. Davvero non manca niente.

Ischia Ponte invece è la meta irrinunciabile se realmente si vuol capire cos’è l’architettura mediterranea, quell’intricata sequenza di edifici addossati l’uno all’altro senza nessun disegno urbanistico se non il rispetto di alcuni canoni estetici ben precisi, osservati tanto nei palazzi patrizi che nelle case dei pescatori. Alla fine del borgo, collegato alla terraferma da un pontile in pietra si erge maestoso il Castello Aragonese, che è un pò il simbolo, l’immagine di copertina di tutta l’isola. Se aperto val la pena visitarlo! C’è anche un ascensore che risparmia la fatica della salita nel posto in assoluto più ricco di fascino e storia di tutta Ischia.